L’esperto jolly azzurro analizza il successo casalingo contro l’Hellas Taranto. “Bene nel primo tempo – dice – . In alcuni frangenti abbiamo sofferto più del dovuto. I tre punti ci danno morale per preparare al meglio la trasferta di Bitonto”

La vittoria di misura sull’Hellas Taranto ha finalmente cancellato lo zero dalla casella dei successi dell’Unione Calcio. Un’affermazione sofferta ma fortemente cercata dagli uomini del tecnico Di Corato, decisa da un penalty di Amedeo Di Pinto.

Ottimo il nostro primo tempo, anche se in qualche frangente abbiamo sofferto più del dovuto nonostante la superiorità numerica – commenta Angelo Monopoli – . Il secondo tempo è sicuramente rivedibile, tuttavia il problema credo sia stato di natura mentale. Nelle precedenti gare siamo stati sempre beffati nei minuti finali, probabilmente lo spettro della rimonta non ci ha permesso di ragionare con lucidità. L’espulsione di Albrizio ha ulteriormente condizionato il proseguo della sfida ma, tutto sommato, è stata una vittoria meritata che ci dà morale e tranquillità. Insomma, si tratta di tre punti utili a preparare al meglio una gara difficile come quella di domenica prossima a Bitonto. I neroverdi sono ancora imbattuti, sappiamo che dovremo rendere visita ad una squadra in salute, ben attrezzata e che conta su un pubblico numeroso e caloroso. Tutto ciò non dovrà rappresentare un’insidia per noi, bensì uno stimolo. Dovremo fare la nostra gara perché abbiamo le capacità di giocarcela con tutti, mirando all’obiettivo prioritario che è la salvezza”.

Chiamato in causa a metà della prima frazione, in sostituzione dell’infortunato La Rosa, Monopoli (classe 1976) ha risposto presente dimostrando il suo carisma da capitano. “Ringrazio la società per avermi dato la possibilità di disputare questo affascinante campionato – dice – . Non nascondo che il morale non era dei migliori per via del mio impiego ridotto in gara, ma sono altrettanto consapevole che non è possibile giocare sempre. Ci tenevo a far bene per dimostrare la mia assiduità nel lavoro nonché l’attaccamento alla maglia di una squadra che ho visto crescere. Da parte mia cercherò di mettere in difficoltà il mister continuando ad allenarmi al meglio”.

 

Addetto Stampa Unione Calcio Bisceglie  

Valentina Sinigaglia