Il tecnico azzurro analizza lo stop casalingo al cospetto dell’Otranto. “La squadra è mancata soltanto nei 7’ fatali, complice una gestione poco edificante. Bisognerà subito voltar pagina”

La sconfitta casalinga ad opera dell’Otranto ha interrotto il cammino positivo dell’Unione Calcio dopo ben cinque vittorie consecutive.

Uno stop rocambolesco per il modo in cui è maturato: sotto di un gol, gli azzurri hanno raddrizzato la gara nella seconda frazione sino al provvisorio vantaggio grazie alla doppietta di Di Pinto, ma poi sono stati daccapo raggiunti e superati dagli ospiti nell’ultima azione utile.

“La squadra è mancata soltanto in alcuni episodi – commenta il tecnico Mimmo Di Corato – , nello specifico nei 7’ finali che hanno consentito ai salentini di siglare il colpaccio. Nel secondo tempo siamo riusciti ad azzerare il passivo con una reazione lodevole. L’errore grossolano l’abbiamo commesso in occasione della marcatura del 2-2, scaturito da una ripartenza che non avremmo dovuto concedere. Una gestione del risultato poco edificante, in sintesi. Probabilmente è venuta a mancare l’esperienza dei nostri elementi più rappresentativi. La sbavatura ci è costata cara anche se la squadra ha seguito le mie direttive per la maggior parte del match, lo dimostra una ripresa pressoché  dominata. Una sconfitta che potrà servirci da lezione”.

Nel pomeriggio odierno gli azzurri si son ritrovati agli ordini del tecnico per iniziare a preparare la prossima sfida che vedrà Di Pinto e compagni di scena al “Paolo Poli” di Molfetta, ospiti della compagine biancorossa. “Dovremo necessariamente voltar pagina in fretta e concentrarci su una partita niente affatto semplice – prosegue Di Corato – . Potremo contare sull’apporto di Bufi (al rientro dopo il turno di squalifica, nda), mentre resterà da valutare la condizione di Anglani”.

 

Addetto Stampa Unione Calcio Bisceglie         

Valentina Sinigaglia          

Foto: A. Pedone