Il presidente azzurro commenta il 3-3 nella gara d’andata del turno eliminatorio di Coppa Italia contro i neroverdi. “Nella seconda parte di gara la squadra ha ceduto fisicamente e psicologicamente – dice – . Lotteremo nella gara di ritorno”.

Un pareggio rocambolesco che ha fornito comunque buone indicazioni. E’ questo, in sintesi, il pensiero del presidente dell’Unione Calcio Enzo Pedone in sede di analisi del 3-3 casalingo nel match di Coppa Italia contro il Corato. “I ragazzi hanno disputato una prima mezz’ora eccellente – esordisce il numero uno azzurro – , mettendo in pratica schemi ed idee di gioco impartite da mister Di Corato in queste prime settimane di preparazione. Sul 3-0, con ogni probabilità, la squadra si è eccessivamente rilassata sotto il profilo mentale e fisico, quindi il Corato ha accorciato le distanze grazie al rigore di Di Francesco riuscendo a mettere in campo la giusta carica per completare la rimonta nella seconda frazione. Il punteggio finale ci obbliga a cercare la vittoria nella gara di ritorno (prevista per giovedì 18 settembre al “Comunale” di Via Gravina, nda), la società tiene molto anche a questa competizione”.

La sfida di Coppa precede di una settimana l’inizio del campionato di Promozione. Domenica 14 settembre, infatti, gli azzurri torneranno in campo al “Di Liddo”, dove sfideranno la Fortis Altamura. “L’obiettivo è di partire con il piglio giusto – rimarca Pedone – . Un avvio favorevole ci permetterebbe di affrontare le prossime gare con maggiore tranquillità. Vogliamo intraprendere una crescita graduale che ci possa permettere di acquisire risultati e buon gioco domenica per domenica”.

In chiusura il presidente si sofferma sugli ultimi movimenti in entrata che completeranno la rosa. “Entro domenica dovremmo concludere i trasferimenti di un centrocampista e di un difensore centrale. Un ultimo sforzo sul mercato verrà compiuto per l’inserimento di altri calciatori under”.

Addetto Stampa Unione Calcio Bisceglie

Valentina Sinigaglia