Il massimo dirigente fa il punto sulla stagione appena conclusa. “Siamo soddisfatti e pronti ad andare avanti con più forza – dice – . Cercheremo di puntare ancora sui giovani”. Parole d’elogio anche dal vicepresidente D’Addato. “Un ringraziamento speciale a tutti i componenti della nostra famiglia”.

Messo in cassaforte il nono posto nel primo campionato di Promozione della sua giovane storia, in casa Unione Calcio si trae il bilancio di una stagione impegnativa ed emozionante.

Il presidente azzurro Enzo Pedone ripercorre le varie tappe dell’annata. “La gara con il Gargano ha chiuso un campionato apprezzabile, fatto di momenti intensi ed esaltanti – esordisce – . Durante il campionato abbiamo accarezzato la possibilità di agganciare i playoff, obiettivo non raggiunto ma che non cambia il nostro giudizio su quanto compiuto. Siamo riusciti a ben figurare in un torneo che ha visto la partecipazione di squadre provenienti da piazze importanti e ambiziose come Bitonto, Canosa, Altamura e molte altre. Ad un certo punto del cammino abbiamo ritenuto necessario il cambio di gestione tecnica, una scelta non facile ma che si prefiggeva di dare una sterzata ad ambiente e risultati. Sia Francesco Modesto che il suo successore Renzo Ferrante hanno riservato attenzioni particolari verso i giovani del vivaio, aspetto per noi prioritario. Cercheremo di ripartire puntando alla valorizzazione delle pedine più giovani, imparando dagli errori commessi e cercando di sbagliare il meno possibile”.

La gara di domenica scorsa è stata, con ogni probabilità, l’ultima sullo storico rettangolo in terra battuta di Via Cavour. “Le parole ed i programmi del sindaco Spina ci fanno ben sperare per il rifacimento del “Di Liddo” – aggiunge Pedone – . Naturalmente il manto in sintetico influirebbe molto sulle nostre scelte relative all’organico del prossimo campionato, inoltre sarebbe un vero e proprio toccasana per il settore giovanile che potrebbe lavorare con maggiore serenità e sicurezza. In merito alla prima squadra, punteremo sui giovani inserendo il giusto numero di giocatori navigati”.

Parole di soddisfazione giungono anche dal vicepresidente azzurro Vito D’Addato. “Archiviamo la stagione con buone impressioni ed un bagaglio maggiore d’esperienza – dice – . Lavoreremo per dare ai giovani la possibilità di crescere. Focalizzeremo la nostra attenzione sul settore giovanile dando uno sguardo anche alle realtà calcistiche limitrofe. Rivolgo un ringraziamento particolare, infine, a tutti i componenti della nostra grande famiglia che hanno condiviso questa bella annata”.

 

Addetto Stampa Unione Calcio Bisceglie

Valentina Sinigaglia