Il direttore sportivo azzurro analizza il kappaò di Toritto contro l’Altamura. “Abbiamo avuto le nostre occasioni, il risultato è ingiusto – dice -. Stiamo attraversando un periodo sfortunato, ma la squadra è attrezzata per il raggiungimento della salvezza”

C’è grande rammarico in casa Unione Calcio dopo la sconfitta di misura maturata sul fil di lana al cospetto del Team Altamura. Ancora una volta gli ultimi scampoli di partita sono risultati fatali per gli azzurri, puniti oltremodo nonostante una buona prova.

“Nessun dubbio che sia stata una sconfitta immeritata – esordisce il direttore sportivo Roberto Storelli -. Soprattutto nella ripresa la squadra ha collezionato occasioni nitide, non concretizzate anche per un pizzico di malasorte. Dopo aver guadagnato la superiorità numerica, probabilmente, si è preferito un giro palla fluido a discapito dell’incisività. L’Altamura ci ha punito trovando la marcatura sugli sviluppi di un calcio piazzato e, forse, questo è il rammarico più grande. Bisogna prestare più attenzione a tali dettagli che, in fin dei conti, ci stanno penalizzando e non poco nelle prime uscite in campionato. Resterà sicuramente una sconfitta di cui dovremo far tesoro”.

I due punti sin qui incamerati relegano l’Unione Calcio in penultima posizione in graduatoria. “Non dobbiamo mai perdere di vista quello che è il nostro obiettivo, ovvero la salvezza. Ovviamente abbiamo messo in conto le difficoltà del noviziato che in un campionato difficile ed equilibrato come l’Eccellenza vengono ulteriormente amplificate. La nostra situazione, nel particolare, ci vede impelagati in contorte dinamiche logistiche. Allenandoci principalmente sul campo in terra battuta, passando per sedute sul sintetico, ci troviamo ad affrontare gare ufficiali magari su un manto erboso, in impianti in cui l’ampiezza del terreno è notevolmente maggiore. Questo rappresenta di certo un elemento a nostro discapito. Ciò non significa che la squadra non sia attrezzata per ottenere la salvezza. Attualmente attraversiamo un periodo negativo, la speranza è che la sorte cominci a girare un po’ dalla nostra parte”.

Giovedì 1 ottobre (inizio ore 15,30), al “Ventura”, gli azzurri ospiteranno la Vigor Trani nel match di ritorno del primo turno di Coppa Italia. All’andata Pasculli e Di Pinto firmarono il blitz (1-2) che potrebbe risultare prezioso, sebbene la compagine del tecnico Zinfollino sia imbattuta in campionato nonché potenziale vicecapolista (5 punti all’attivo ma con una gara da recuperare, nda).

“Sarà una partita fondamentale – prosegue Storelli -. In palio c’è il passaggio al turno successivo di una competizione di prestigio quale la Coppa Italia. Puntiamo ad ottenere il pass anche se siamo consapevoli che, a dispetto del nostro vantaggio, la Vigor Trani sarà tutt’altro che arrendevole”.

Addetto Stampa Unione Calcio Bisceglie   

Valentina Sinigaglia 

In foto (a destra), il Ds Roberto Storelli con  Antonio Anglani