Il tecnico azzurro analizza il pari a reti bianche rimediato sul sintetico dello “Scirea”: “Buoni i primi 25’ – dice Ferrante – Paradossalmente la gara si è fatta più difficile dopo l’acquisita superiorità numerica”. 

Il pari che ha consegnato all’Unione Calcio il primo punto del girone di ritorno è servito a mister Ferrante per vedere all’opera la sua nuova squadra in una gara ufficiale. Malgrado i biscegliesi non siano riusciti a portare a casa il bottino pieno dopo aver disputato l’ultima mezz’ora in vantaggio di due uomini, l’allenatore azzurro accetta con positività il verdetto del campo. “I ragazzi hanno disputato 25’ di buon calcio, seppure siano mancate nitide occasioni da rete – esordisce Ferrante -. La gara si è complicata dopo che i nostri avversari hanno subito l’espulsione di Rainieri e poi quella di Amoruso perché non siamo riusciti a trovare il bandolo della matassa. Sicuramente era una partita da vincere, ma voglio vedere il bicchiere mezzo pieno. Ho individuato quali sono gli aspetti da migliorare e in questa settimana cercherò di fare il massimo. Abbiamo uno dei migliori score per quanto riguarda le reti realizzate, al contempo siamo la quarta peggior difesa del torneo. Ciò significa che dovremo lavorare su un assetto che ci permetta di sfruttare al meglio le capacità del reparto avanzato assicurando più copertura in fase difensiva”.
Un lavoro prettamente tecnico che dovrà essere abbinato ad un esercizio mentale sul collettivo. “Non mi ha soddisfatto l’atteggiamento che la squadra ha avuto al momento del vantaggio numerico – continua Ferrante – . La voglia di risolvere la gara con spunti individuali ha sopraffatto la coralità del gioco”.
Nel prossimo turno l’Unione Calcio sarà di scena al “Di Liddo” contro il Real Modugno, piazzato a +7 in classifica. Si tratta di uno degli ultimi scontri a disposizione per risalire la china. “Le 4 sconfitte interne hanno influenzato non poco la situazione in classifica – ammette l’allenatore – , la sfida contro il Real Modugno rappresenta una possibile svolta, tenendo conto che tra 15 giorni incontreremo la capolista Bitonto. Ci sarà curiosità da parte del pubblico, essendo la prima gara interna dopo il cambio in panchina. Dovremo approfittare delle situazioni che si presenteranno contando anche sui recuperi di Angelo Monopoli e Dascoli dopo il turno di squalifica”.

addetto stampa Unione Calcio Bisceglie
Valentina Sinigaglia